Viaggio a Catania tra Arte e Cultura



Catania è una città con alle spalle 2700 anni di storia, nel corso dei quali si sono alternati popoli e civiltà diversi: dai greci ai romani, dai bizantini agli arabi, dagli svevi agli angioini fino ad arrivare agli spagnoli.

Viaggio a Catania tra Arte e Cultura

Catania: un patrimonio artistico e culturale notevole

Una città dunque abituata alla diversità e al saper cogliere la varietà di stimoli provenienti dalle numerose civiltà che vi si sono alternate nel corso dei secoli. Non solo, come l’araba fenice, la città ha dimostrato più volte la capacità di rinascere dalle sue ceneri: quando è stata distrutta da eruzioni vulcaniche o terremoti o dopo i saccheggi ad opera dei popoli che l’hanno invasa.

A testimonianza di quanto finora detto oggi Catania è una città vivace, che offre al residente, così come al visitatore, numerose opportunità di vivere l’arte grazie a mostre, spettacoli teatrali ed eventi musicali di vario genere. Passeggiare per Catania significa respirare la storia che la città ha vissuto grazie a monumenti ed opere, molte delle quali in stile barocco risalenti alla ricostruzione della città dopo il terribile terremoto che la colpì nel 1683.

Proprio allo scopo di far conoscere le tante possibilità di svago e cultura offerte dalla città etnea nasce questo blog che può essere consultato come una sorta di agenda per cercare eventi culturali di vario genere, ma anche semplicemente per conoscere la città, la sua storia, le sue tradizioni, la gastronomia tipica e i luoghi di maggior rilievo storico artistico.

 

Musei a Catania

Testimonianze della lunga storia catanesi si possono rinvenire nei musei catanesi.

I principali musei a Catania:

Il Museo Civico di Castello Ursino, situato a piazza Federico di Svevia, è attualmente in fase di restauro per cui è possibile visitarne solo alcune sale nelle quale vengono esposti una selezione di dipinti che variano nel corso dell’anno. Sono presenti inoltre sculture di varie epoche da quella greca a quella romana, fino a quella medioevale e le più recenti rinascimentali e barocche. Di grande pregio la Pinacoteca che contiene dipinti del Beato Angelico e di Pietro Novelli.

Il Museo Diocesiano situato in Piazza Duomo presenta nove sale nelle quali è possibile ammirare arredi liturgici della Cattedrale e di altre Chiese della diocesi. E’ presente anche una pinacoteca. Nella sala numero 9 si può vedere il fercolo argenteo sul quale vengono poste le reliquie di Sant’Agata durante la processione dedicata alla Santa, nella sala 2 è conservato il tesoro della Cattedrale.



Il Museo civico Belliniano è un museo specializzato dove sono conservati documenti, lettere, quadri ed altre testimonianze della vita del musicista Vincenzo Bellini. Sono presenti, inoltre, spartiti musicali italiani e non dell’epoca compresa tra il ’700 e il ’900.

La casa museo Verga è situata nel palazzo dove lo scrittore visse i suoi ultimi 20 anni. Oltre che documenti e cimeli relativi alla vita di Verga vi sono conservati numerosi volumi di autori italiani e stranieri.

Altri musei sono: il Museo di Paleontologia, il Museo zoologico dell’Università di Catania e il Museo Paleontologico dell’Accademia Federiciana.

 

Monumenti da Vedere a Catania

Tra questi quello di San Benedetto nei pressi del quale si trova la Chiesa di San Benedetto ricca di stucchi e pitture che rappresentano alcuni tra le espressioni più notevoli dell’epoca barocca siciliana.

Il Palazzo degli Elefanti situato in Piazza Duomo rappresenta un altro pregevole esempio dell’epoca barocca. Costruito nel 1698, oggi sede del municipio, chiamato così per la presenza di alcuni elefanti scolpiti sulla facciata e che richiamano lo stemma della città.

Nella stessa Piazza è possibile ammirare la Cattedrale dedicata alla patrona della città, Sant’Agata, nella quale sono conservate le reliquie della Santa. Ogni anno il 3 febbraio, in occasione dei festeggiamenti per sant’Agata una delle carrozze settecentesche conservate nel Palazzo degli elefanti viene utilizzata per trasportare il sindaco durante la processione. Sempre in Piazza Duomo si trovano due pregevoli fontane: la Fontana dell’Elefante collocata al centro della piazza e costruita dall’architetto Vaccarini tra il 1735 e il ’37 e la Fontana dell’Amenano costruita in marmo di Carrara dal napoletano Tito Angelini.

Quelli citati sono solo pochi esempi dei monumenti catanesi che sono davvero numerosi, per conoscerli e godere della loro bellezza non vi resta che visitarli!

 

Teatro di Catania

L’interesse per i catanesi per il teatro è antico, come testimoniano i resti del Teatro romano risalente al II secolo costruito, secondo il parere di molti studiosi, sui resti di un teatro greco di origini precedenti alla nascita di Cristo. Oggi questo interesse si evidenzia attraverso la presenza di numerosi teatri e compagnie sia di professionisti sia di dilettanti.

Le principali strutture teatrali catanesi

Tra le numerose strutture teatrali catanesi ricordiamo il Teatro Bellini, costruito nel 1890, le cui scene sono state calcate dagli artisti più noti; il moderno Metropolitan che dispone di 1800 posti; il Teatro Verga, il Teatro Musco e il teatro Ambasciatori tutti e tre sedi del Teatro Stabile di Catania, la compagnia teatrale più importante della città diretta da Giuseppe Dipasquale. Il cartellone degli spettacoli teatrali è molto ricco e spazia tra vari generi.