Verificare il Numero di Messaggi Scambiati su WhatsApp



Da quando internet è diventato alla portata di tutti, anche sul proprio cellulare, si è passati dall’abbandonare gli ormai antichi Sms per passare a delle nuove applicazioni che, gratuitamente, permettono lo scambio di messaggi sfruttando le potenzialità della rete. Sicuramente l’applicazione del momento, cioè la più utilizzata per lo scambio di messaggi, è WhatsApp. A seguire vi sono Line, Viber, WeChat, Telegram e la versione Messenger di Facebook.

Verificare il Numero di Messaggi Scambiati su WhatsApp

Se utilizzi WhatsApp sul tuo telefono di sicuro conosci il numero dei messaggi che invii e soprattutto conosci il destinatario dei tuoi messaggi. Ma se volessi controllare il telefono di un’altra persona, saresti in grado di verificare qual è il numero di messaggi inviati ad un particolare contatto? Pare che una funzione da poco attivata su WhatsApp, in versione per il sistema operativo della Apple e quindi per iOS, permetta di controllare e verificare il numero di messaggi che un utente invia e riceve con tutti i suoi contatti. Sin da subito in tanti hanno insinuato la possibilità di tenere sotto controllo lo smartphone del proprio partner e di verificare se vi sono tracce di un possibile tradimento. Ed infatti questa particolare funzione permette di verificare quali sono i contatti con cui si messaggia più di frequente.



Al momento, come già detto, la funzione è attiva solo per le versioni più aggiornate dell’applicazione e che sono installate su iOS. Chi possiede questo sistema operativo, per verificare quali sono i contatti più “gettonati” dovrà semplicemente aprire l’applicazione di WhatsApp, recarsi sulla scheda relativa alle Impostazioni e successivamente su quella relativa al proprio Account. Da qui sarà poi visibile la funzione “Utilizzo Archivio”. Da “Utilizzo Archivio” si potrà vedere quanti messaggi sono stati scambiati con ciascun contatto presente nella propria rubrica telefonica che ha sul proprio smartphone l’applicazione installata. I contatti saranno quindi ordinati in ordine di messaggi scambiati. Nella parte alta compariranno i contatti con cui si cambia il numero più alto di messaggi per poi finire nella parte bassa dove sono presenti i contatti con cui si messaggia poco o niente.

Oltre al numero dei messaggi è possibile verificare qual è la mole di dati che si è scambiata con l’altro contatto. In questo modo, se si parla di MB si potrà capire se vi è stato solo uno scambio di chat o anche di file multimediali come file audio, fotografie o video. Più sarà alto il consumo di dati verso un contatto e maggiori saranno le possibilità che siano stati inviati dei file multimediali.

Cosa fare per evitare di essere spiati dal proprio partner? Nel caso in cui si volesse nascondere le proprie attività di WhatsApp è possibile eliminare l’intera sessione di chat con l’utente in questione. Così facendo però si andranno a perdere tutti i messaggi presenti nella conversazione.

Queste funzioni potrebbero essere interessanti anche per chi non ha nulla da nascondere? Sicuramente si, ma col solo fine di vedere, giusto per una propria curiosità, con quali contatti si messaggia maggiormente. L’unico vantaggio vero e proprio che ci potrebbe essere è quello di poter visionare subito il consumo effettivo di dati che vengono scambiati con un contatto, funzione importante e da non sottovalutare se si dispone di una linea dati a consumo.