Vai al contenuto

Turismo in Ucraina

    ucraina

    Dal punto di vista etimologico, Ucraina significa ‘periferia’ o ‘terra di confine’, e questa denominazione è alquanto azzeccata. Questo Paese, infatti, si trova al confine tra Oriente e Occidente e si presenta come un territorio cosmopolita che è stata in grado di assorbire influenze differenti dalle nazioni che la circondano, a partire dalla Russia ovviamente.
    Il turismo in Ucraina è di frontiera, avventuriero ma ricco di cose da vedere. Faremo un piccolo tour virtuale sulle maggiori attrazioni presenti nel Paese ucraino.

    La capitale Kyev

    Kiev è stata fondata addirittura nel V secolo, ed è stata la prima capitale russa. La città si affaccia sulla parte destra del fiume Dnepr e conta più di tre milioni di abitanti.
    La parte antica della città si trova a nord-est, dove si possono visitare i monumenti più importanti dal periodo medievale in poi:

    • Cattedrale di Santa Sofia: questa bella struttura religiosa conserva alcuni dei mosaici antichi più belli dell’Europa orientale;
    • Cattedrale della Dormizione: edificio in stile barocco, che purtroppo ha subito rimaneggiamenti durante la seconda guerra mondiale;
    • Museo Storico dei Tesori: che conserva una sezione dedicata agli ‘ori degli sciri’, una delle collezioni più ricche risalenti al quarto secolo;
    • Monastero delle Grotte: fondato nel 1051, collocato poco distante da Kyev e formato da un complesso di edifici con una serie di cunicoli sotterranei che conservano alcune mummie di monaci;

    Altri edifici molto importanti sono: il Monastero di Sant’Antonio, il Palazzo Imperiale, la Porta d’Oro, la Cattedrale di San Michele, la Chiesa di San Cirillo, e in generale tutto il centro storico, con molti palazzi e quartieri eleganti.

    La città marittima di Odessa

    Odessa è anche conosciuta la ‘Perla del Mar Nero’, città cosmopolita legata fortemente all’Italia: infatti questa è stata fondata dal napoletano Giuseppe De Ribas nel 1794, e la sua architettura ha prevalenze neo-classiche, tipiche dell’Ottocento italiano. Infatti fu proprio un architetto italiano, Francesco Carlo Boffa, nel 1834, a creare uno dei simboli della città, cioè la scalinata Potemkin, che arriva fino al mare.
    Il mare, appunto, è uno dei simboli della città, ma anche tanti altri edifici come il Teatro dell’Opera e del Balletto, il Museo d’Arte occidentale e orientale, ma anche le catacombe costruite nel XVIII secolo per volere di Caterina l Grande.

    Leopoli, la piccola Parigi dell’Est

    Altra città di straordinaria bellezza è sicuramente Leopoli (Lviv). La città fu fondata nel 1256 ed è un vero e proprio museo a cielo aperto.
    La città è impreziosita da eleganti edifici storici che ogni anno attraggono tantissimi turisti. Il suo centro storico è stato, infatti, dichiarato Patrimonio Mondiale DELL’UNESCO nel 2009.
    Gli edifici attrattivi della città sono:

    • Ploshcha Rynok: l’antica piazza del mercato e cuore pulsante della città;
    • Teatro dell’Opera: gioiello in stile neo-classico rinascimentale, considerato uno dei più bei teatri d’Europa;
    • Vysokyi Zamok: l’Alto Castello, da dove si può ammirare una vista eccezionale.