Tutto Quello che Non Sapevi sulla Carta Glassine

Carta Glassine

Hai mai sentito parlare di carta glassine? Sicuramente si perché si tratta di un materiale molto diffuso con il quale avrai sicuramente avuto a che fare acquistando un alimento d’asporto. Oggi vediamo tutto quello che c’è da sapere e perché tale materiale risulta essere così richiesto e diffuso.

 

Come si ottiene la carta glassine?

La carta glassine è un prodotto di carta capace di resistere a grassi, aria e umidità. Per realizzarla è necessario un particolare processo di produzione che possiamo considerare elaborato e costoso. La carta glassine è impiegata per innumerevoli utilizzi e, pertanto, viene prodotta in diversi formati e colori in base alla destinazione.

Il procedimento di produzione della carta glassine consiste nella battitura della pasta di carta, un passaggio necessario a rompere le fibre che la compongono. Si otterrà una polpa che verrà pressata in degli stampi per poi esser lasciata asciugare suddivisa in fogli.

Dopo l’asciugatura i fogli vengono pressati in dei rulli caldi attraverso il processo della calandratura che distende le fibre della carta nella stessa direzione. Tale processo dà il nome alla carta glassine che è nota anche come carta supercalandrata. Il risultato finale sarà un prodotto estremamente liscio che offre discreta protezione da molteplici agenti esterni.

 

Un materiale liscio, neutro e semitrasparente

La carta glassine appare come un materiale neutro e semi trasparente. Chiaramente la colorazione può essere sempre modificata aggiungendo coloranti durante il processo di rottura delle fibre, tant’è che i metodi di produzione sono svariati. Alcune aziende prediligono il formato semi-trasparente per lasciare intravedere il contenuto dell’involucro in carta glassine mentre altri lo personalizzano con il colore.

 

Gli usi della Carta Glassine in campo artistico

Tra i vari usi noti della carta glassine c’è quello nel campo dell’arte dove questo materiale risulta essere molto prezioso per la protezione di libri fragili e opere d’arte antiche. Difatti la carta glassine trasparente viene usata per rilegare i libri, per proteggere le lastre o durante le operazioni di restauro. In questo caso la carta glassine viene scelta proprio in base al tipo di protezione che dovrà effettuare.

 

Laboratori e Industria

Nei laboratori, invece, la carta glassine è utilizzata per la pesatura. Si può utilizzare sia per pesare polveri e piccoli solidi lasciando pulito il piatto della bilancia ma anche per evitare perdite di grassi e prevenire contaminazioni. Dopo la pesatura il foglio viene spesso usato come imbuto per riporre la sostanza pesata e poi smaltito.

 

Uso Alimentare

Infine la carta glassine molto leggera è utilizzata anche in ambito industriale alimentare, così come nella ristorazione. Questa declinazione della carta glassine è la più nota ai consumatori dal momento che viene utilizzata per una innumerevole quantità di operazioni. Per esempio la trovi in panetterie e forni, utilizzata come involucro per portare a casa i tuoi panificati e dolcetti preferiti.

In altri casi la trovi utilizzata come barriera di protezione per mangiare cibo d’asporto senza sporcarti le mani e, come puoi ben ricordare, la carta glassine di questo tipo è molto leggera e personalizzata con disegni e colori.