Il Chatbot per Fidelizzare il Cliente sul tuo Sito: ecco perché usarlo

Chatbot

Nell’ambito delle nuove tecnologie di automazione e di intelligenza artificiale i chatbot risultano essere uno strumento di grande interesse per l’e-commerce e oggi spiegheremo il perché. Stiamo parlando di una tecnologia molto avanzata che consente di comunicare in modo diretto ed istantaneo con il cliente, avviando una conversazione che lo faccia sentire in stretto contatto con il brand.

Si tratta di un metodo che sicuramente deve essere ancora implementato e migliorato ma che assicura grandi e interessanti risultati in termini di business e di marketing. Se il tuo sito web fatica a decollare e non porta i risultati sperati forse dovresti rivedere le tue strategie ed il posizionamento per cui prima di fare troppi salti in avanti ti consigliamo di affidarti ad un professionista che sappia capire cosa non funziona. A tale proposito ti suggeriamo di dare uno sguardo a questa web agency per cui clicca e Scopri di più sui servizi di WebJet.

 

A cosa serve il chatbot e perché migliora le tue performance?

Una volta appurato che il tuo sito web sia ben posizionato, funzionante, ottimizzato e chiaro potresti pensare di attuare alcune strategie che offrono buoni risultati in termini di vendite e conversioni. Tra queste abbiamo deciso di parlare dei chatbot, degli strumenti orientati alla stimolazione di una conversazione con il cliente grazie all’intelligenza artificiale. Stiamo parlando di strumenti che accolgono le domande dei clienti e che imparano nel tempo a rispondere sempre in modo più efficace e completo.

Quindi i chatbot si prendono cura del cliente e lo fanno sentire vicino al brand migliorando i tempi di risposta nel caso in cui questo avesse bisogno di aiuto o supporto. Chiaramente quando si rivolge una domanda ad un bot e ci si accorge di ricevere risposte poco chiare o automatizzate l’effetto che ne deriverà sarà tutt’altro che positivo per cui questa tecnologia va utilizzata nel migliore dei modi possibili.

 

Caratteristiche di un chatbot efficace

Per far si che un chatbot sia funzionante, quindi, occorre impostare domande e risposte frequenti in modo molto chiaro e umano. Il metodo per consentire al sistema di apprendere meglio è quello di inserire domande, ovvero di spronare il cliente a rispondere. Per esempio bisogna prevedere richieste molto specifiche analizzando e tracciando le domande frequenti che comportano una richiesta di contatto da parte dei clienti. In questo modo il cliente sarà portato a rispondere e il bot potrà apprendere più rapidamente.

Da un  punto di vista grafico, invece, il bot deve essere implementato come un’interfaccia familiare che riprenda il layout di una chat. Infine sarà necessario che questa sia vigilata da un operatore che possa intervenire quando saranno richieste risposte specifiche. I dati dovranno essere trattati nel rispetto delle vigenti norme sulla privacy e archiviati con il fine di fornire la miglior risposta possibile per accorciare i tempi di attesa e la responsività dell’assistenza. Per queste ragioni è importante affidarsi agli esperti del settore e richiedere implementazioni pensate su misura, ovvero caratterizzate da personalizzazioni che possano davvero portare un reale beneficio ai tuoi profitti.