Vai al contenuto

Il fenomeno Pokémon Go: milioni di download in pochi giorni

    Pokémon Go è indubbiamente il gioco che ha fatto riscontrare il maggior numero di successo negli ultimi anni. Forte del legame con i Pokémon, che lo avvicina molto a chi oggi ha 20-25 anni, il gioco è stato lanciato con una precisa strategia volta ad amplificarne l’attesa.

    Il fenomeno Pokémon Go milioni di download in pochi giorni

    Già da alcuni mesi prima del lancio, i blog di settore avevano iniziato ad interessarsi a Pokémon Go. Successivamente i giornali del settore games iniziavano a pubblicare articoli sull’imminente uscita. Tutto questo ha portato ben presto ad una rapida diffusione della notizia di uscita del gioco che si è trasmessa mediante i social. Nei giorni vicini al 15 Luglio 2016, giorno in cui è ufficialmente uscito Pokémon Go, anche i quotidiani di cronaca e i telegiornali nazionali hanno ritagliato un piccolo spazio per questa notizia.

    Tutto questo rumore intorno a Pokémon Go è tuttavia giustificato. Il gioco è veramente innovativo e ben fatto, anche se non mancano alcuni problemi relativi soprattutto ai server. Per la prima volta in un gioco di successo viene introdotta la realtà aumentata.

     

    Ma andiamo a vedere come funziona Pokémon Go

    Una volta avviata l’applicazione, se è la prima volta che al utilizziamo, ci viene chiesto di creare un account Pokémon Allenatore, oppure usare un account Google per farlo. Dopo aver creato l’account ed essersi loggati, il gioco ci fa scegliere il personaggio che ci accompagnerà nella caccia ai Pokémon. Poiché questo personaggio saremo noi, dovremo costruirlo a nostra immagine e somiglianza.

    Una volta iniziato il gioco, vedremo il nostro personaggio proiettato su una mappa stilizzata che sembra appartenere ad un mondo immaginario. Ben presto ci accorgiamo però che questo mondo immaginario somiglia molto alla realtà. Infatti il nostro personaggio è in un mondo costruito ad immagine e somiglianza del mondo reale, con strade, edifici e punti di interesse realmente esistenti.

    La differenza tra i due mondi è che nel mondo virtuale ci sono i Pokémon. Esatto, il mondo virtuale è popolato da Pokémon e nostro compito è catturarli. La loro cattura ci permetterà di avere a disposizione una vasta schiera di Pokémon da portare al professor Willow. Ma chi è questo misterioso professore e perché dobbiamo catturare i Pokémon per portarli a lui?

     

    L’evoluzione dei Pokémon a Pokémon Go

    Se nel vecchio videogiochi per Game Boy, l’evoluzione dei Pokémon avveniva mediante l’allenamento e la lotta, in Pokémon Go avviene mediante la nutrizione. Ogni volta che porteremo un Pokémon al Professor Willow, lui ci darà una caramella. Attenzione, ogni famiglia di Pokémon ha le sue caramelle.

    Le caramelle ricevute in dono dal Professor WIllow ci permetteranno di far evolvere i Pokémon che abbiamo nel Pokèdex, ma dovremo sceglierne alcuni in particolare. E’ fondamentale analizzare bene il Pokédex per scegliere i Pokémon più deboli per darli al Professore, e i Pokémon più forti per farli evolvere.

    Una volta determinati i Pokémon da far evolvere dovremo selezionare tutti i doppioni della stessa famiglia e portarli al Professor Willow in modo da ricevere delle caramelle da dare ai Pokémon selezionati. In questo modo, nutrendo i Pokémon con le caramelle, potremo farli evolvere.

    L’evoluzione ci consentirà di farli diventare più potenti e nel momento in cui li faremo lottare nelle palestre, avremo più possibilità di vincere.

    Fonte: https://www.trucchipokemongo.eu