Vai al contenuto

Cosa fa un HR Specialist

    In un mercato in continua evoluzione, le aziende che riescono a mantenere inalterata la propria leadership sono quelle aziende che hanno una visione delle risorse interne come del capitale più prezioso. Se la Mission aziendale è condivisa, se i lavoratori hanno senso di appartenenza all’azienda, se le esigenze e le potenzialità di tutti vengono valorizzate, non c’è crisi che possa fermare la crescita dell’azienda.

    Cosa fa un HR Specialist

    Per far sì che tutto questo avvenga è indispensabile che il reparto Risorse Umane sia tanto vicino ai singoli dipendenti e alle loro esigenze specifiche, quanto alla proprietà. L’HR Specialist deve infatti creare condivisione tra gli obiettivi aziendali e quelli individuali affinché ciascun lavoratore si senta parte integrante dell’azienda.

    La figura dell’HR Specialist, come ci spiega Kiblogga, ha avuto un’importante evoluzione in questo senso. Inizialmente tale figura aveva infatti una funzione più che altro di controllo sui dipendenti e sul rispetto di norme e procedure. Oggi invece il suo ruolo è decisamente più strategico, e il suo compito non è solo di controllare ma soprattutto di facilitare lo svolgimento dei processi aziendali e sviluppare le professionalità impiegate in azienda. A seconda delle dimensioni dell’azienda, l’HR Specialist può rivestire diverse mansioni all’interno di essa: ricerca e selezione del personale, gestione delle buste paga, gestione della carriera dei dipendenti, gestione delle relazione sindacali, gestione dei piani formativi aziendali.

    Fino a qualche anno fa, dunque, le competenze richieste per ricoprire il ruolo erano quasi esclusivamente tecniche: conoscenza tecnico-giuridica del contratti di lavoro, del contenimento dei costi, della formulazione dei budget. Oggi è necessario possedere anche competenze definite “soft”, come la capacità di gestire un processo di recruitment, progettare la formazione, comunicare in maniera efficace, motivare, individuare il talento delle risorse e valorizzarlo.
    Per far pronte a queste nuove esigenze fondamentali per ricoprire il ruolo, e per acquisire le competenze proprie dell’HR Specialist, si può frequentare un Master in Risorse Umane o un Master in Selezione del Personale.
    Il mercato formativo offre diversi percorsi e Master.

    L’offerta prevede percorsi organizzati da prestigiose università e da società private. La scelta del Master a cui aderire deve essere basata su un’attenta valutazione dei programmi proposti. Programmi che devono presentare una giusta compresenza di parte teorica e pratica, tecnica e umanistica e che devono prevedere l’insegnamento di strumenti e metodologie per espletare il ruolo in maniera ottimale.

    La scelta del Master da frequentare non è agevole a causa della molteplice offerta, ma l’attenzione va posta sui programmi, sulla durata e sui docenti che intervengono. Le competenze richieste in funzione del ruolo sono infatti molteplici. E’ importante quindi affacciarsi alla professione avendo conseguito un Master in Risorse Umane altamente qualificato e che preveda l’insegnamento di competenze sia tecniche (paghe e contributi, contrattualistica, relazioni sindacali) che human (selezione, formazione, sviluppo), e di un know how pratico, immediatamente spendibile in impresa.