Come Scegliere il Miglior Antifurto per Moto

Come Scegliere il Miglior Antifurto per Moto


È in arrivo il periodo più amato dai motociclisti, dove è possibile sfrecciare con le proprie moto attraverso i passi di montagne, lungo le coste marittime e visitare diverse città.

Quando si viaggia in moto è fondamentale mettere in sicurezza il proprio veicolo e se stessi, attraverso sistemi di sicurezza creati appositamente per evitare furti, per questo motivo conviene acquistare i migliori antifurti per moto e saper riconoscere quali sono le caratteristiche principali che devono avere.

 

Esistono due macro tipologie di antifurti moto e si differenziano in base al sistema di funzionamento:

  • antifurti moto meccanici;
  • antifurti moto elettronici.

È importante saper riconoscere quale tipologia acquistare per la propria moto e come installarli. Si sconsiglia di acquistare antifurti meccanici ed economici per le moto di ultima generazione, mentre per le moto di vecchia generazione si consiglia di verificare l’adattabilità di un antifurto elettronico.

 

Antifurti per Moto: le tipologie in commercio

I sistemi di antifurto moto in commercio sono diversi e si differenziano in base alla marca, al costo, al sistema di funzionamento e al metodo di installazione. Possono essere acquistati online da rivenditori autorizzati, come gli antifurti moto presenti su questo sito, oppure possono essere ordinati attraverso i ricambisti, negozi di moto e così via.

Si consiglia di acquistare un prodotto sicuro e che presenti una garanzia valida, così da poter rimandare indietro l’antifurto in caso di malfunzionamenti.

Esistono antifurti per moto semplici da installare e molto economici, non hanno bisogno di configurazione o di software di controllo.



Tra queste tipologie antifurti moto meccanici troviamo:

  • la catena, che si lega ad una parte della moto come la ruota e si chiude con il lucchetto. Può essere in acciaio o in acciaio cementato che presenta una guaina di protezione;
  • il bloccadisco, antifurto meccanico che si applica al freno a disco della moto e non permette di far circolare la ruota. Fino a poco tempo fa bisognava prestare attenzione quando si utilizzava un bloccadisco, perché poteva causare rotture anche costose alla moto se il motociclista dimenticava di toglierlo, per questo motivo esistono attualmente i bloccadisco che emettono un allarme acustico se la moto si muove.

Entrambi hanno dei prezzi variabili che si aggirano dai 30 ai 50 euro, sono molto economici ma efficienti al tempo stesso.

Antifurti Elettronici: quali sono

Gli antifurti moto elettronici, di generazione più giovane rispetto ai precedenti, sono più costosi ma offrono una sicurezza maggiore al motociclista.

Tra le diverse tipologie di antifurti moto elettronici troviamo:

  • Gli immobilizer: impediscono di accendere la moto grazie ad un sistema di funzionamento che blocca il motore quando la chiave non è inserita e produce un allarme acustico. Il sistema si attiva automaticamente quando il motociclista toglie la chiave di accensione.
  • Antifurto satellitare: è tra gli antifurti più costosi e tecnologicamente avanzati, ma permette di monitorare la posizione della moto grazie all’utilizzo del GPS.

In questo caso, i prezzi variano dai 50 a 100 euro, in base al modello e alla tipologia di antifurto che si sceglie. Gli antifurti moto di ultima generazione hanno un costo maggiore a causa delle nuove tecnologie più efficienti e connesse.