Che cosa fa un HR Specialist



All’interno di un’azienda, gestire la componente umana riveste un’importanza primaria. Ogni persona è unica, ha esigenze specifiche, si rapporta in maniera diversa con gli altri, lavora in modo differente dai colleghi. Per questo motivo, avere una figura in grado di curare tutti gli aspetti relativi ai rapporti con i dipendenti, diventa sempre più necessario. In molte società è comparsa, così, la figura dell’HR Specialist, un ruolo altamente specializzato e incaricato di seguire ogni risorsa dell’azienda, in tutti i processi in cui questa è coinvolta.

Le mansioni dell’HR Specialist

Ricoprire il ruolo di HR Specialist non è facile, perché richiede una particolare capacità nella gestione delle persone. È una figura chiave all’interno delle dinamiche aziendali, perché deve coniugare gli interessi dei singoli lavoratori con quelli dell’impresa. Come per ogni altra risorsa, anche per l’HR Specialist ci sono dei compiti quotidiani da svolgere, il più importante dei quali è il processo di ricerca e assunzione di nuovo personale. È lui a controllare i tanti CV che arrivano giornalmente in ogni azienda e ad occuparsi di redigere e pubblicare le offerte di lavoro che la propria società offre. Il processo, poi, continua con i colloqui e si chiude con l’eventuale assunzione del candidato. Una volta inserito il nuovo lavoratore, il compito dell’HR Specialist non si arresta, perché dovrà seguirlo e monitorarlo costantemente nelle attività che gli competono e gestire il suo rapporto con l’azienda, assicurandosi che questa lo valorizzi al meglio. In caso di necessità, deve organizzare corsi di formazione o training per il personale. Naturalmente, si occuperà anche del processo inverso alle assunzioni e cioè dei licenziamenti. In questa ipotesi, farà sempre carico a lui o lei la gestione dell’uscita del lavoratore dall’azienda, favorendola e facilitandola nel miglior modo (indolore) possibile.



Quanto guadagna un HR Specialist

Il ruolo di HR Specialist è uno dei più delicati da ricoprire in azienda, ma anche uno dei maggiormente ricercati. Scegliere la persona adatta per svolgerne le mansioni può, in alcuni casi, rappresentare un vantaggio concreto nella concorrenza con società dello stesso settore. Pertanto, questa figura professionale richiede una retribuzione adeguata al ruolo e alle responsabilità che le competono. Facendo una media grossolana, si parla di uno stipendio lordo di minimo 35.000 euro all’anno, per arrivare a tetti, in base alla professionalità e all’esperienza maturata, che possono superare facilmente i 50.000 euro.

La formazione per diventare HR Specialist

Ricoprire il ruolo di HR Specialist all’interno di un’azienda non è, certamente, un lavoro noioso, perché è una figura in costante evoluzione e che va cambiando a seconda di come si trasforma il mondo del lavoro. Per questo motivo, chi vuole ricoprire questa mansione, dovrà acquisire le conoscenze necessarie sia prima di cominciare che durante la propria esperienza lavorativa. In Italia ci sono tante scuole che offrono corsi di formazione oppure veri e propri Master, soprattutto in Gestione, Sviluppo e Amministrazione delle Risorse Umane. Soltanto così ogni candidato potrà sentirsi pronto ad affrontare una sfida affascinante ma difficile come quella di gestire le persone.