Vai al contenuto

Bagni moderni, i consigli per scegliere il meglio!

    Una delle caratteristiche peculiari dei bagni, e più in generale delle case moderne, è ahimè lo spazio che, il più delle volte, è piuttosto ridotto, soprattutto nel caso di secondi bagni o locali di servizio. In queste situazioni, si preferisce infatti puntare tutto sulla zona giorno, destinando ampi spazi della casa al living, al salotto e alla zona pranzo e relegando i bagni in spazi a volte angusti.

    Bagni moderni, i consigli per scegliere il meglio!

    I bagni moderni il più delle volte sono in effetti caratterizzati da un design molto semplice e minimal che ben si sposa, per fortuna, con gli spazi ridotti del locale. I mobili sono ridotti all’essenziale e, piuttosto che ingombranti vani contenitore, si preferisce puntare su mensole, portaoggetti da appendere alla parete e altre soluzioni salvaspazio che permettono di usufruire dello spazio nella maniera ottimale.

     

    Detto ciò, come arredare al meglio un bagno moderno? Un’ottima soluzione per “ingrandire” il locale bagno è posizionare un grande specchio in posizione strategica. Lo specchio darà l’illusione di poter contare su uno spazio maggiore.

    Allo stesso modo l’utilizzo del vetro, e più in generale delle trasparenze, alleggerirà ulteriormente la composizione e vi permetterà di creare uno spazio luminoso e gradevole. Puntare tutto sui colori chiari, per lo stesso motivo, sarà importantissimo.

     

    Un’altra caratteristica dei bagni moderni è rappresentata dai sanitari e dai mobili sospesi che permettono di creare spazio ulteriore e risultano pratici anche dal punto di vista igienico. WC, bidet e lavabo possono quindi essere scelti in modalità sospesa – assicurandosi prima, però, che la parete retrostante possa “reggere” il peso dei sanitari – e lo stesso vale per il mobile lavabo.

    Poter contare sull’installazione sospesa permette, allo stesso tempo, di aggiungere verticalità all’arredo, eliminando la necessità di posizionare di fatto tutti i mobili a terra, con enorme spreco di spazio. Vani contenitori – di profondità ridotta – possono per esempio essere posizionati immediatamente sopra la lavatrice (si tratta di un’area spesso poco utilizzata).

     

    Il termoarredo, invece, può essere utilizzato come stendibiancheria e porta asciugamani, eventualmente facendo a meno del tutto del termosifone o di altre fonti di calore.

    E se non c’è spazio per gli elettrodomestici? La lavatrice potrà essere comodamente installata in cucina, a fianco della lavastoviglie, optando sempre per un modello 2 in 1, che consenta anche di asciugare i capi. La stessa zona lavanderia può essere ricavata, in caso di necessità, in corridoio o altre aree della casa, facendo uso di separé e ante scorrevoli, molto pratiche e scenografiche.