Home / Finanza / Assicurazione Auto d’Epoca e Auto Storiche, come funziona?

Assicurazione Auto d’Epoca e Auto Storiche, come funziona?

Vengono definite automobili storiche tutti i veicoli che contano oltre un ventennio di vita. Il conteggio degli anni dell’auto andrà elaborato a partire dall’anno di costruzione, indipendentemente dall’anno dell’immatricolazione del veicolo. Le auto definite storiche possono circolare su strade urbane ed extraurbane, sotto precedente registrazione ai registri del PRA e dell’ASI.

Per poter sottoscrivere la registrazione presso l’ASI, Automoto club Storico Italiano, il veicolo presentato dovrà necessariamente apparire in buone condizioni. Ma come viene caratterizzata l’assicurazione delle auto storiche?

Il tema in proposito può risultare confuso, poiché i veicoli storici presentano sistemi di regolarizzazione differenti rispetto alle normative sulle polizze assicurative standard.

 

AUTO STORICHE: COME SI ASSICURANO?

Mentre le polizze assicurative per le auto nuove o usate standard, come ci ricorda anche il sito https://www.toprestito.com/ può essere sottoscritta da qualsiasi soggetto maggiorenne, in possesso della patente, per le auto definite storiche si dovrà aver compiuto almeno 23 anni. Rispetto alle normali polizze assicurative, dai costi spesso alti, le assicurazioni per le auto storiche sono soggette ad un costo totale relativamente inferiore, con tariffe agevolate e premi contenuti che non risultano soggetti alle regolamentazioni del bonus/malus.

La classe di merito delle assicurazioni storiche risulta di fatti fissa. Le polizze prevedono inoltre una guida libera secondo la quale il mezzo potrà essere guidato anche da terze persone, tramite una maggiorazione sulla tariffa dell’assicurazione in questo caso. Altro aspetto fondamentale, causa di non poche diatribe, è l’assenza dell’imposta del bollo per la sottoscrizione di polizze di veicoli storici.

 

ITER BUROCRATICO PER LA SOTTOSCRIZIONE DI UNA POLIZZA ASSICURATIVA PER LE AUTO STORICHE

Quali sono i documenti che dovranno essere presentati per la sottoscrizione di una polizza assicurativa destinata ad un veicolo storico? Per un’assicurazione comprendente un massimale posto a 25.000 euro, compresa di furto e incendio, occorrerà presentare: certificato dell’avvenuta iscrizione all’ASI, documento di identità del conducente con validità in corso, iscrizione avvenuta presso l’Auto Club scelto.

 

POLIZZE ASSICURATIVE AUTO STORICHE: OFFERTE

Generalmente tutte le compagnie assicurative, o quasi, offrono la variante della polizza per i veicoli definiti storici. Tuttavia alcune compagnie risultano essere più specializzate nel settore rispetto ad altre, ragion per cui mettono a disposizione dell’intestatario sottoscrivente della polizza particolari offerte promozionali vantaggiose.

Tra le assicurazioni che mettono a disposizione varie offerte per la polizza sulle auto storiche si trovano:

SaraVintage di Sara Assicurazioni: a seguito della presentazione dei documenti, dell’iscrizione all’ASI e all’Auto Club prescelto, propone uno sconto del 25% sull’RCA e una riduzione di 100 euro sulla franchigia in caso di incidenti. Sara Vintage Assicurazioni consente persino di associare l’opzione Kasko Collisione alla polizza, con la possibilità di richiedere assistenza legale durante i sinistri con colpa di causa incerta. In tal caso il costo della figura professionale del legale sarà interamente coperto dalla compagnia assicurativa Sara. Tra le altre opzioni vi è anche la possibilità di richiedere una copertura nel caso di infortuni, coprendo in tal modo i danni al veicolo a seguito di un sinistro e i danni degli infortuni riportati dalle persone a bordo. L’opzione di copertura per gli infortuni subiti dalle persone sarà concretizzata come un risarcimento danni.